Natale amaro per Paluani e Pernigotti, fiato sospeso per lavoratori in cigs

Natale amaro per il pandoro Paluani e i torroni Pernigotti. Le due storiche aziende dolciarie, la prima con sede a Dossobuono (Verona), l’altra con lo stabilimento a Novi Ligure (Alessandria) sono in crisi tanto che la campagna natalizia si è conclusa molto sottotono. Una produzione di panettoni e pandori praticamente dimezzata per Paluani e addirittura ferma per i prodotti continuativi (merendine). Produzione ferma anche per i prelibati torroni e nocciolati Pernigotti, tanto che questi prodotti sono letteralmente spariti dagli scaffali dei supermercati in questi giorni. Fiato sospeso dunque per i lavoratori in attesa che nuovi investitori si facciano avanti per risollevare le sorti sia dell’una che dell’altra industria. Qualche barlume di speranza c’è ma eventuali trattative sono top secret.

Natale amaro per il pandoro Paluani e i torroni Pernigotti. Le due storiche aziende dolciarie, la prima con sede a Dossobuono (Verona), l’altra con lo stabilimento a Novi Ligure (Alessandria) sono in crisi tanto che la campagna natalizia si è conclusa molto sottotono. Una produzione di panettoni e pandori praticamente dimezzata per Paluani e addirittura ferma per i prodotti continuativi (merendine). Produzione ferma anche per i prelibati torroni e nocciolati Pernigotti, tanto che questi prodotti sono letteralmente spariti dagli scaffali dei supermercati in questi giorni. Fiato sospeso dunque per i lavoratori in attesa che nuovi investitori si facciano avanti per risollevare le sorti sia dell’una che dell’altra industria. Qualche barlume di speranza c’è ma eventuali trattative sono top secret.

Leonardo, Dipartimento della Difesa Usa conferma opzioni per 36 elicotteri TH-73A

“Leonardo accoglie con soddisfazione l’annuncio del Dipartimento della Difesa Usa con il quale, nell’ambito del programma per la realizzazione del nuovo sistema di addestramento avanzato per la U.S. Navy di cui è responsabile AgustaWestland Philadelphia Corp., vengono esercitate le opzioni per ulteriori 36 elicotteri Th-73A, con relative parti di ricambio, per un valore di 159,4 milioni di dollari”. Lo rende noto Leonardo.

"Leonardo accoglie con soddisfazione l’annuncio del Dipartimento della Difesa Usa con il quale, nell’ambito del programma per la realizzazione del nuovo sistema di addestramento avanzato per la U.S. Navy di cui è responsabile AgustaWestland Philadelphia Corp., vengono esercitate le opzioni per ulteriori 36 elicotteri Th-73A, con relative parti di ricambio, per un valore di 159,4 milioni di dollari". Lo rende noto Leonardo.